LINKS

Cromohs


Cyber Review of Modern Historiography, rivista elettronica di storiografia moderna


Giunta storica nazionale


L' organismo nazionale che coordina l'attività degli istituti e degli enti di ricerca storica italiani.


Clioh-world


Nato dall'evoluzione di precedenti progetti (Clioh, Cliohnet, Cliohnet2, Cliohres), è un progetto a lasrga scala realizzato da una rete di centri di ricerca europei della rete ETCS e finalizzato all'innovazione nello studio e nell'insegnamento della storia in Europa


>> Altri Links

<< indietro

Modifica

Dettagli Gian Maria Varanini

Dati Personali
Nome e cognome: Gian Maria Varanini
Luogo nascita: Pisa
Data nascita: 02/05/1950
Email: gianmaria_varanini@virgilio.it
Indirizzo privato: corso Venezia 7, 37131 Verona
Telefono privato: 00393357156887
Indirizzo di lavoro: Dipartimento TeSIS Università di Verona via San Francesco 22, 37129 Verona
Telefono di lavoro: 0458028178

Università
Università degli Studi di VERONA

Dipartimento
TeSIS


Area Ricerca
Area Geografica
- Italia;

Settore Specifico
- Storia della storiografia;
- Storia locale;
- Storia delle istituzioni;
- Storia politica;

Periodo
- XIV;
- XV;
- XVI;

Curriculum
Prof. Gian Maria Varanini 1. Breve curriculum vitae Gian Maria Varanini, nato a Pisa nel 1950, ha svolto gli studi liceali a Pisa e Verona e si è laureato in lettere nell’ottobre 1972 all’Università di Padova (tesi in Storia del risorgimento, relatore prof. Angelo Filipuzzi, titolo Tra democrazia e moderatismo. L’attività politica del patriota siciliano Giuseppe La Masa [1849-1859]). Dopo il servizio militare, ha insegnato dal 1974 al 1976 Filosofia e storia nei licei in qualità di incaricato a tempo indeterminato; ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento di Materie letterarie e Latino negli istituti di istruzione secondaria di II grado (1975) ed è risultato successivamente (1978) vincitore del concorso a cattedre per l’insegnamento di Materie letterarie nelle scuole secondarie. Dal 1976 al 1980 è stato titolare di assegno di formazione scientifica e didattica (Ministero della Pubblica Istruzione), e dal 1980 ricercatore di Storia medievale (confermato) presso la facoltà di Lettere dell’Università di Padova al 1976 al 1988. Dal 1988 al 2002 ha insegnato Storia medievale all’Università di Trento (Facoltà di Lettere e filosofia), inizialmente (1988-1994) come associato e dal 1994 come straordinario e ordinario (dal 1997). Nella stessa facoltà ha insegnato anche per tre anni Paleografia e Diplomatica (dal 1989 al 1992) e per tre anni Archeologia medievale (dal 1998 al 2001-2002). Dal 2002 ad oggi ha insegnato Storia medievale all’Università di Verona, facoltà di Lettere e filosofia. È coniugato, con due figli. Risiede a Verona, corso Venezia 7. 2. Attività accademica Presso l’Università di Trento ha ricoperto le seguenti cariche accademiche - Direttore vicario del Dipartimento di Scienze filologiche e storiche (1995-1996) - Membro del consiglio di amministrazione (dal 1992 al 1994 in qualità di associato, dal 1995 al 1996 in qualità di ordinario) - Presidente del Consiglio di biblioteca (dal 1996 al 1998) - Responsabile di facoltà per le relazioni internazionali (dal 1996 al 1998) - Preside (dal 1998 ad oggi; riconfermato per un triennio nel 2001) - Coordinatore vicario del dottorato di ricerca in Studi storici (dal 1999 al 2002) - Componente del Direttivo della Scuola di Studi internazionali (dal 2000 al 2002) Presso l’Università di Verona ha ricoperto, dal 2002-2003 ad oggi, le seguenti cariche accademiche - Componente eletto del comitato d’area CIVR (area 11) dal 2004 al 2010 - Direttore vicario del Dipartimento di Discipline storiche, artistiche, archeologiche e geografiche dal 2004 al 2010 - Componente eletto del Consiglio di Amministrazione (dal 2004 al 2008) - Componente eletto del Senato Accademico Allargato (dal 2008 al 2012) - Componente della Commissione Istruttoria per la didattica del Senato Accademico (dal 2008 al 2012) - Coordinatore del Dottorato di ricerca in Scienze storiche e antropologiche (dal 2009) - Presidente del consiglio di Corso di laurea in Lettere (dal 2008 al 2011) - Presidente del Collegio Didattico del corso di laurea in Lettere (dal 2011 al 2013) Presso altre Università italiane e straniere ha svolto le seguenti attività accademiche - Componente della commissione giudicatrice per il conferimento del titolo di dottore di ricerca presso il Ministero dell’Università (anni 1990 e 1995) e presso le Università di Venezia, Trieste, Milano Statale, Milano Cattolica, Torino, Firenze (due volte), Pisa, S.U.M. (sede di Napoli), ecc. - Componente della discussione giudicatrice per thèse de III cycle (Université de Paris-Sorbonne) - Componente esterno della commissione di concorso per la copertura di un posto di professore ordinario nell’Università di Innsbruck (anno 2007) - Componente designato per la commissione di concorso per la copertura di un posto di professore nell’Università di Avignon (anno 2010) - Direttore della sezione “Medioevo” del Dizionario biografico degli italiani Dal 2013 è rappresentante CUN per l’area 11 (fascia dei professori ordinari). È anche membro effettivo dell’Istituto veneto di Scienze, lettere ed arti, della Deputazione veneta di storia patria, dell’Accademia di agricoltura, scienze e lettere di Verona; socio corrispondente dell’Accademia roveretana degli Agiati e dell’Accademia dei Concordi (Rovigo). 4. Attività scientifica a)Ambiti di ricerca più significativi Gli interessi di ricerca predominanti di Gian Maria Varanini si indirizzano si indirizzano alla storia politica, economico-sociale ed ecclesiastica dell’Italia medievale, con particolare riferimento all’area centrosettentrionale e al tardo medioevo. In tale ambito ha approfondito in particolare, agli inizi della sua attività scientifica, ricerche di storia agraria e di storia sociale del territorio veneto, nonché ricerche sull’organizzazione politica ed istituzionale del territorio nella Terraferma veneta, partecipando al dibattito scientifico nazionale e internazionale relativo alle ‘origini dello stato’ nel tardo medioevo. Queste ricerche sono sfociate in diverse monografie (a partire da Il distretto veronese nel Quattrocento, 1980, sino a Comuni cittadini e stato regionale. Ricerche sulla Terraferma veneta nel Quattrocento, 1992) e si sono poi allargate all’intera area padana a partire dall’età comunale, con ampie sintesi dedicate agli statuti delle città padane nel tardo medioevo, all’organizzazione dei territori cittadini nei secoli XIII e XIV, alla storia dei ceti dirigenti dell’Italia centrosettentrionale tra il Duecento e il Quattrocento. Particolare attenzione ha dedicato alle forme del governo signorile due-trecentesco nei suoi diversi aspetti (politica ecclesiastica [cfr. il volume La chiesa veronese nella prima età scaligera, 1989], politica documentaria e organizzazione delle cancellerie, urbanistica, ecc.]). A partire soprattutto dagli anni Novanta, l’attenzione si è spostata anche su altre tematiche, con particolare riferimento alla storia della città, anche sotto il profilo della storia urbanistica, e al rapporto fra evoluzione istituzionale e produzione della documentazione scritta nelle città italiane dal Duecento al Quattrocento, nonché alla storia della storiografia sul medioevo (con particolare riferimento all’Ottocento). È autore di circa 600 pubblicazioni, edite sia in sede locale, sia in sede nazionale presso primari editori (Laterza, il Mulino, Sellerio, Liguori, ecc.), sia internazionale (Ecole française de Rome, Presses Universitaires de Lyon, Université de Toulouse, Max-Plank-Institut für Geschichte, Université de Paris IV Sorbonne, Cambridge University Press, Wagner-Innsbruck, etc.). b)Coordinamento e partecipazione a progetti di ricerca progetti finanziati da istituzioni di ricerca nazionali 1996: responsabile di progetto di ricerca, finanziato dal CNR, su «Per una repertoriazione degli statuti delle città medievali italiane» 1997: responsabile di progetto di ricerca, finanziato dal CNR, su «Storiografia sullo stato e sulle origini dello stato nell’Italia dell’Ottocento» 1998-1999: coordinatore nazionale di progetto di ricerca di interesse nazionale (ex 40%), sul tema «Rapporti feudo-vassallatici: regioni a confronto (Trentino, Veneto, Romagna)» (Università di Trento, Bologna, Verona) 2000-2001: Coordinatore nazionale di progetto di ricerca di interesse nazionale (ex 40%), sul tema «Evoluzione istituzionale e produzione documentaria in età comunale» (Università di Trento, Verona, Padova, Bologna, Milano Cattolica) 2002-2003/2003-2004: coordinatore nazionale di progetto di ricerca di interesse nazionale (ex 40%) sul tema: «Documentazione medievale ed elaborazione informatica di dati» (Università di Trento, Firenze, Napoli, Milano Cattolica) 1998-2001: responsabile delle ricerche storiche nell’ambito del progetto di ricerca «Restauro e manutenzione di fortificazioni in Europa» coordinato dall’Università di Salonicco e dallo IUAV – Venezia (prof. Mario Piana) e finanziato dalla Comunità Europea 2004-2006: coordinatore nazionale di progetto di ricerca di interesse nazionale (ex 40%, PRIN) «Statuti cittadini: edizioni informatiche» 2006-2008: coordinatore nazionale di progetto di ricerca di interesse nazionale (ex 40%, PRIN) «Atlante della diplomatica medievale on-line» 2013-2015: coordinatore unità locale di progetto di ricerca di interesse nazionale (ex 40%, PRIN) «La medievistica italiana 1880-1940. Nascita di una disciplina» progetti finanziati da istituzioni locali 1992: responsabile di progetto di ricerca finanziato dall’Università di Trento e dalla Provincia Autonoma di Trento «Per l’edizione del Codex Wangianus: ricerche preliminari» 1995 ad oggi: consulente della Provincia Autonoma di Trento per le ricerche sugli archivi Thun, per le ricerche sulla documentazione trentina conservata presso il Tiroler Landesarchiv 2001 ad oggi: presidente della Associazione culturale «Reti medievali. Iniziative on line per la ricerca medievistica» (in collaborazione con docenti delle Università di Firenze, Palermo, Napoli, Venezia) 2004 ad oggi: responsabile del progetto «Edizione delle epigrafi veronesi medievali – secoli VI-XII» (Centro italiano di studi sull’alto medioevo, Spoleto) 2006-2008: responsabile del progetto di ricerca finanziato dalla fondazione Cariverona «Edilizia ecclesiastica di età romanica nel territorio veronese» (Università di Verona, Università di Padova) 2005 ad oggi: responsabile di progetti di ricerca nel campo dell’archeologia medievale, finanziati da istituzioni locali (comune di Nogara, comune di Illasi, Amministrazione provinciale di Brescia) e autorizzati dalle Soprintendenze archeologiche delle regioni Veneto e Lombardia


Scheda Compilata
il 21/10/2013



Ultimo aggiornamento per la sezione Anagrafe degli Studiosi: 14/04/2021

Responsabile della sezione Anagrafe degli Studiosi: - anagrafe@stmoderna.it

Portale Storia moderna - c/o Dipartimento Tempo, Spazio, Immagine e Società (TeSIS), Università di Verona,
via San Francesco 22, 37129 Verona, e-mail: redazione@stmoderna.it