<< indietro

Modifica

Dettagli Vittoria Fiorelli

Dati Personali
Nome e cognome: Vittoria Fiorelli
Luogo nascita: Napoli
Data nascita: 17/09/1962
Email: vittoria.fiorelli@unisob.na.it
Indirizzo di lavoro:

Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
via Suor Orsola 10
80135 Napoli


Telefono di lavoro: 0812522225
Posizione lavorativa: professore ordinario

Università
Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa - NAPOLI


Pubblicazioni

Monografie:

 



    1. Una santa della città. Suor Orsola Benincasa e la devozione napoletana tra Cinquecento e Seicento. Napoli, Editoriale Scientifica, 2001.




    1. Una esperienza religiosa periferica. I monasteri di madre Serafina di Dio da Capri alla terraferma, Napoli, Guida, 2003.




    1. Disciplinamento dei culti e politica liturgica. Una ricerca sulla Congregazione romana del Sant’Uffizio, Napoli, Guida 2004.




    1. I sentieri dell’inquisitore. Sant’Uffizio, periferie ecclesiastiche e disciplinamento devozionale (1615-1678), Napoli, Guida, 2009.

 

 

 

 

Curatele:

 



    1. La Campania. Storia religiosa, a cura di L. Barletta e V. Fiorelli, Napoli, Guida, 2006.




    1. Per conoscere la storia. Storia, contemporaneità e scrittura alla prova della comunicazione, Roma, UCSI, 2011.




    1. Baroni e vassalli. Storie moderne, a cura di E. Novi Chavarria e V. Fiorelli, Milano, F. Angeli, 2011.

 

 

 

 

Saggi e articoli:

 



    1. Cupio dissolvi. Destini di donne tra profetismo e ascesi monastica, in Donne e religione a Napoli in età moderna. Secoli XVI-XVIII, a cura di G. Galasso e A. Valerio, Milano, FrancoAngeli 2001, pp. 210-237.




    1. Emarginazione spirituale e protezione cittadina nella storia di una mistica napoletana della Controriforma, in Integrazione ed emarginazione. Circuiti e modelli: Italia e Spagna nei secoli XV-XVIII, a cura di L. Barletta, Napoli, CUEN 2002, pp. 429-451.




    1. Un’isola alla periferia della capitale, in «Civiltà del Mediterraneo», 3 (giugno 2003), pp. 155-177.




    1. Da Capri alla terraferma. L’esperienza di un “centro periferico” nei monasteri fondati da madre Serafina di Dio in La città e il monastero. Comunità femminili cittadine nel Mezzogiorno moderno, Atti del Convegno di Studi Campobasso 11-12 novembre 2003, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2005, pp. 281-300.




    1. Alle radici di una identità; Spazi, spiriti e forme, in Campania. Storia religiosa, a cura di V. Fiorelli e L. Barletta, Napoli, Guida, 2006, pp. 7-106.




    1. I santi del Vesuvio, in Alla scoperta del Vesuvio, Napoli, Electa 2006, pp. 77- 82.




    1. Una viceregina napoletana nella Napoli spagnola: Anna Carafa, in Donne di potere nel Rinascimento, a cura di L. Arcangeli e S. Peyronel, Roma, Viella, 2008, pp. 445-462.




    1. Politica della santità e costruzione dei culti. I rapporti tra i Teatini di Napoli e il Sant’Uffizio, in Il certo alla prova del vero. Il vero alla prova del certo. Certezza e diritto in discussione, a cura di G. Limone, Milano, FrancoAngeli, 2008, pp. 617-630.




    1. Storia e scrittura alla prova della comunicazione, in «L’Acropoli», VIII/1 (gennaio 2008), pp. 79-86.




    1. Scrigni di parole. Lettura e preghiera nella collezione libraria di un convento napoletano (secoli XVI-XVII), in «Dimensioni e problemi della ricerca storica», 2/2008, pp. 39-57.




    1. Religione e cittadinanza. Un progetto formativo per l’uomo e per il cittadino, in «L’Acropoli», XI/2 (marzo 2010), pp. 16-25. Di nuovo pubblicato in Istituto italiano per gli studi filosofici, Dossier sulla scuola italiana 2010, Napoli, nella sede dell’Istituto, 2010, pp. 109-116.




    1. La società del presente, la memoria del passato. Sul rapporto tra storia e comunicazione; Storia e scrittura alla prova della comunicazione, in Per conoscere la storia. Storia, contemporaneità e scrittura alla prova della comunicazione, a cura di V. Fiorelli, Roma, UCSI, 2011, pp. 7-29.




    1. Una regina, una corte, una capitale. Storia di un viaggio tra politica e mondanità, in Seicento napoletano, Napoli, Arte’m, 2011, pp. 57-71.




    1. Dalle “libertà d’Italia” alle “preponderanze straniere”, in L’Europa e l’Altra Europa, a cura di A. Musi, L. Mascilli Migliorini, Napoli, Guida, 2011, pp. 245-250.




    1. Una scuola per le italiane. Adelaide del Balzo Pignatelli e il progetto di educazione per le donne moderne, in Le donne che hanno fatto l’Italia, a cura di E. Bruni, Catalogo della mostra di Roma (7 dicembre 2011-20 gennaio 2012), Roma, Gangemi, 2011, pp. 87-91.




    1. Dalla città al contado. La Casa Santa dell’Annunziata tra potere urbano e governo del territorio nel Mezzogiorno moderno, in Baroni e vassalli. Storie moderne, a cura di E. Novi Chavarria e V. Fiorelli, Milano, F. Angeli, 2011, pp. 37-56.




    1. Un grande feudatario del Regno di Napoli: la Santa Casa dell’Annunziata, in Feudalità laica e feudalità ecclesiastica nell’Italia meridionale, a cura di A. Musi, M.A. Noto, Palermo, Associazione Mediterranea, 2011, pp.337-352.

 

 

 


Area Ricerca
Area Geografica
- Italia;

Settore Specifico
- Storia sociale;
- Storia religiosa;
- Storia locale;
- Storia di genere;

Periodo
- XVI;
- XVII;
- XIX;

Curriculum

Dopo avere ricoperto (1987-1990) il ruolo di vice coordinatore dell’unità distaccata presso la Società Napoletana di Storia Patria del Consorzio IRIS operante nell’ambito del progetto Sistema Beni Librari (SBL), dal 1991 ha insegnato negli istituti di istruzione secondaria di I e II grado fino al mese di luglio del 2002, quando ha preso servizio presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli in qualità di vincitrice del concorso per ricercatore universitario per il settore scientifico-disciplinare M-STO/02 Storia Moderna.

Incardinata dall’1 maggio 2005 come professore associato, il primo novembre 2016 ha preso servizio nel proprio ateneo come professore ordinario nel settore M-STO/02 Storia Moderna avendo conseguito l’Abilitazione scientifica nazionale (bando 2012).

Dall’anno 2003 il Consiglio di Amministrazione dell’Ente Morale Suor Orsola Benincasa le ha affidato l’incarico di responsabile della direzione e della conservazione dell’Archivio Storico dell’Ente ed è socio ordinario residente dell’Accademia Pontaniana nella Classe di Storia, Archeologia e Filologia, è stata revisore dei conti del Centro Caprense Ignazio Cerio fino all’anno 2013, è socio della SISEM e della Società Napoletana di Storia Patria per la quale si occupa di valutare gli acquisti per la Biblioteca.

Associata all’Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo del CNR, è stata eletta nel Direttivo della Sisem nel 2016 e svolge il ruolo di segretario nazionale della Società.

E’ direttore del Centro interdisciplinare di studi Margini e confini istituito presso il Centro di ricerca Scienza Nuova dell’Università Suor Orsola Benincasa e membro del comitato scientifico del Centro Res Incorrupta istituito dalla Facoltà di Giurisprudenza del proprio ateneo.

Fa parte del comitato scientifico del Seminario di studi dottorali Storia ed economia dei paesi del Mediterraneo coordinato da Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo del CNR, in collaborazione con l’Università di Barcellona, la Instituciò Milà i Fontanals del Consejo Superior de Investigación Científica de Barcelona, l’Università Suor Orsola Benincasa,  l’Istituto Storico Italiano per il Medioevo, la Maison Méditerranéenne des Sciences de l’Homme, Laboratorio di eccellenza LabexMed-Aix-Marseille Université, l’Universidad Pablo Olavide di Sevilla e l’Université de Rouen-GRHis et l’Institut Universitaire de France.

La sua produzione scientifica è da sempre attenta allo studio della storia sociale e religiosa con particolare attenzione alle tematiche di genere e di storia delle istituzioni nell’area degli antichi Stati italiani.

 

 


Scheda Compilata
il 04/11/2016

Socio SISEM

Iscritto ML dal 2003

Responsabile Sezione
Sisem


Ultimo aggiornamento per la sezione Anagrafe degli Studiosi: 16/09/2018

Responsabile della sezione Anagrafe degli Studiosi: Paola Volpini Enrico Valseriati - anagrafe@stmoderna.it

Portale Storia moderna - c/o Dipartimento Tempo, Spazio, Immagine e Società (TeSIS), Università di Verona,
via San Francesco 22, 37129 Verona, e-mail: redazione@stmoderna.it